Partnership per affrontare la miopia a livello globale

Stando alle stime, entro il 2050, potrebbero essere cinque miliardi le persone nel mondo affette da miopia, che di fatto diventerebbe così una delle maggiori minacce per la salute della vista. EssilorLuxottica, azienda di riferimento nel settore dell’eyewear e della cura della vista, rafforza il proprio impegno per offrire soluzioni in grado di ridurre l’incidenza della miopia infantile, dando impulso a cambiamenti positivi anche grazie a partnership con importanti player globali.

Gli ultimi anni hanno visto un aumento costante della diffusione della miopia nel mondo, e con essa delle relative ripercussioni a livello sociale, economico e sanitario. Per questo, limitarsi semplicemente a correggere il difetto visivo non è più una soluzione praticabile. La strada da percorrere richiede un vero e proprio cambio di passo, fondato su un approccio multidisciplinare che metta a fattor comune esperienze, competenze e capacità.

Da sempre in prima linea nel contrasto alla miopia, la Società ha sviluppato innovazioni rivoluzionarie, come le lenti Essilor Stellest, e promosso preziose partnership fortemente orientate alla formazione e alla consapevolezza del tema. In questo modo, intende infatti lasciare un segno – oggi più che mai necessario – nella vita dei bambini in tutto il mondo.

Per supportare l’impegno di EssilorLuxottica per la formazione dei professionisti della cura della vista e la promozione di trattamenti proattivi della miopia infantile, Essilor – in qualità di azienda di riferimento operante nel settore dell’ottica oftalmica – ha sviluppato una stretta sinergia con tre organizzazioni leader del settore, con l’obiettivo di promuovere un cambio di passo: l’International Myopia Institute, Myopia Profile e la Global Myopia Awareness Coalition.

Oltre a essere Platinum Sponsor dell’International Myopia Institute (IMI), comitato di consenso che riunisce i massimi esperti mondiali, e co-sponsor dell’edizione 2021 dell’atteso libro bianco sulla miopia dell’Istituto, la Società ha anche contribuito alla realizzazione del libro bianco “Industry Guidelines and Ethical Considerations for Myopia Control”, ha pubblicato svariati articoli in collaborazione con l’IMI per condividere il parere degli specialisti sul miglioramento della gestione clinica della miopia e ha ospitato una tavola rotonda con gli esperti dell’IMI.

Al fine di fornire ai professionisti della cura della vista le conoscenze cliniche, le competenze e gli strumenti pratici per il controllo della miopia, la Società lavora in stretta sinergia anche con Myopia Profile, leader globale della formazione sulla miopia. La partnership è volta, inoltre, a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e incoraggiare i genitori a sottoporre i loro figli a screening periodici della vista. 

In qualità di membro fondatore della Global Myopia Awareness Coalition (GMAC), il Gruppo – insieme ad altri importanti player del settore e associazioni per la salute della vista – promuove iniziative di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla miopia infantile. Dopo aver condotto ricerche approfondite tra i genitori negli Stati Uniti, diverse sono state le campagne lanciate a favore della sensibilizzazione sul tema. L’ultima, “Little Kid License”, ha l’obiettivo primario di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla miopia infantile e sulle nuove opzioni di trattamento disponibili – oltre a quelle convenzionali, come occhiali e lenti a contatto – che possono contribuire a rallentare la progressione del disturbo visivo, a beneficio della salute dei bambini. 

In futuro, EssilorLuxottica continuerà a promuovere nuove partnership su scala globale per comprendere meglio le cause dell’insorgenza e della progressione della miopia, proporre soluzioni innovative, aumentare la diffusione degli strumenti per il controllo della miopia e valorizzare la formazione dei professionisti della salute della vista per consentire loro di gestire in maniera sempre più efficace questa condizione critica della salute visiva e, insieme, riuscire a combatterla.