Eyes on Art: la bellezza è di tutti

L’iniziativa “Eyes on Art” di EssilorLuxottica offre al pubblico nuove e innovative modalità di fruizione dell’arte, condividendola in tutte le sue forme, senza limiti o confini, sui grandi schermi digitali delle città.

“Eyes on Art” è l’iniziativa con cui EssilorLuxottica rende accessibili opere artistiche, beni culturali, tesori nascosti e capolavori di fama mondiale per invogliare il pubblico a catturare la bellezza che ci circonda. L’obiettivo dell’azienda è restituire valore alle comunità in cui opera, tutelando al tempo stesso il patrimonio culturale e offrendo l’occasione di apprezzare l’arte in maniera innovativa. Ecco alcuni highlights dell’iniziativa.

Le collezioni d’arte in mostra nelle vie di Milano

L’iniziativa “Eyes on Art” è nata nel 2020 durante la pandemia, quando EssilorLuxottica ha deciso di dare visibilità ad alcune delle maggiori collezioni permanenti italiane sui suoi schermi digitali nei punti strategici del centro di Milano, consentendo al maggior numero possibile di persone di ammirare l’arte nelle vie e piazze più trafficate della città.

Le partnership con alcuni dei più importanti musei milanesi includono: la Pinacoteca Ambrosiana, la Pinacoteca di Brera, il Museo Poldi Pezzoli, il Museo Teatrale alla Scala, Fondazione Prada e il Museo Bagatti Valsecchi.

Il progetto è poi proseguito e oggi propone nuove iniziative artistiche digitali, tra cui una collaborazione con il Meet Digital Cultural Center, incentrata su un’esperienza di arte immersiva creata dall’artista Refik Anadol e intitolata Renaissance Dreams.

Con “Midnight Moment”, l’arte approda in Times Square

Nel 2021 l’iniziativa “Eyes on Art” è sbarcata a New York grazie al programma Midnight Moment, all’interno del quale ha avuto modo di proiettare in Times Square l’ultima opera digitale del celebre artista David Hockney, intitolata “Remember you cannot look at the sun or death for very long”, insieme a tante altre opere, tra cui “Possible World” dell’artista etiope Ezra Wube e “Building Things” di Wood & Harrison. Giunto di recente alla sua decima edizione, Midnight Moment è il più longevo programma di digital art pubblica al mondo. Ogni giorno, a pochi minuti dallo scoccare della mezzanotte, proietta in sincronizzazione le opere di celebri artisti contemporanei sugli oltre 92 schermi digitali di Times Square raggiungendo milioni di spettatori.

CIRCA: arte e cultura con uno scopo ben preciso

Nell’ambito della partnership annuale con la piattaforma artistica e culturale CIRCA, che rivoluziona il concetto di arte pubblica interrompendo la programmazione pubblicitaria sui billboard digitali di tutto il mondo per esporre opere artistiche, EssilorLuxottica ha proiettato sui suoi schermi di Milano e New York l’opera “Where do you go from now?” di Ai Weiwei and Marina Abramovic. La mostra globale ha coinvolto tra i maggiori artisti, attivisti e intellettuali internazionali in vista della Conferenza sui cambiamenti climatici del 2021. Sempre attraverso la collaborazione con CIRCA, l’azienda ha anche ospitato l’opera “Imagine Peace” di Yoko Ono.

Urban Pixels, la mostra di opere digitali NFT, debutta a Milano, Londra e New York

È una tappa importante nella storia dell’arte digitale: EssilorLuxottica porta per la prima volta opere NFT (Non-Fungible Token) su enormi schermi installati all’aperto nel quadro della mostra pubblica Urban Pixels, curata dal Museum of Contemporary Digital Art (MOCDA). In quest’occasione, cinque artisti hanno esposto le proprie opere dal 23 maggio al 10 luglio nelle città di Milano, Londra e New York.

Con Alain Mikli, l’arte diventa accessibile agli ipovedenti

Alain Mikli, brand di proprietà di EssilorLuxottica, si impegna sin dal 2003 a rendere l’arte accessibile agli ipovedenti attraverso la collaborazione con importanti musei e teatri di Parigi. Dalla mostra tattile internazionale del fotografo francese Yann Arthus-Bertrand alle interpretazioni artistiche contemporanee presso il Centro Pompidou fino ai progetti con il Musée du quai Branly Jacques Chirac, il marchio Alain Mikli è coinvolto in una lunga lista di interessanti iniziative di natura artistica rivolte alle persone ipovedenti.

Il 22 giugno Alain Mikli ha collaborato con il festival internazionale delle arti dello spettacolo “Les Nuits de Fourvières”, che si tiene ogni anno a Lione, in Francia, mettendo in mostra delle speciali rappresentazioni tattili di antichi teatri romani che sono patrimonio UNESCO.